Archivio di marzo 2012

Ricamo di Giuliana Giacomel

Centri in lino bianco ricamati ad intaglio per comò e comodini.

Rifinitura a gigliuccio su piega doppia da cm. 4  per il comò e da cm.3 per i comodini.
Dim. cm. 80 x 35 e cm. 35x 25

Ideazione: Marinella.
Disegno: visto su Mani di Fata e rielaborato.
Tessuto : m. 0,60 di lino bianco di media pesantezza in H cm. 180 della Tessitura Monti s.p.a. –Maserada sul Piave (TV).
Filati: filo di spagnoletto n° 50 bianco CCC,
filo da ricamo n° 25 bianco Ancora.

Il tessuto è stato lavato a 60° prima di eseguire il taglio.
Tagliate: per il copricomò cm. 97 x 52
per i comodini   cm. 48 x 38 due volte.
Sfilate il gigliuccio senza punti a giorno di chiusura a cm. 12 sui 4 lati del copricomò e a cm. 9 sui lati dei comodini. Togliete un solo filo, lasciatene 4, toglietene 11, lasciatene 4 e sfilatene 1.
Eseguite il gigliuccio prendendo 4 fili di tessuto e usate il filo di spagnoletto.
Confezionate le pieghe doppie con angolo tagliato sbieco ed eseguite il ricamo dell’angolo del gigliuccio con filo da ricamo n° 25. ( Vedi “piccole lezioni di ricamo”):
Fissate il gigliuccio alle pieghe con un sotto punto entrando in ogni buchetto del p.to quadro.

posizione del ricamo d’angolo del copricomò.

Disegnate il centro del copricomò con due disegni messi in angoli opposti tenendovi a cm. 3 dal gigliuccio.

posizione dei disegni dei comodini.

A cm. tre dal gigliuccio centrate il disegno lineare per i centri dei comodini.

Impunturate con un piccolo p.to erba. Eseguite l’intaglio con filo da ricamo n° 25 eseguendo anche le barrette.
Iniziate dai ragnetti centrali, passate alle rose, alle foglie e chiudete i motivi a riccio.

Nell’intaglio è importante eseguire il ricamo seguendo un certo ordine.
I ragnetti vanno ricamati per primi perché hanno un grande numero di barrette ed è bene che partano dallo stesso punto per dare rotondità al cerchietto di tessuto.
Si passa poi ai motivi più importanti e si prosegue con quelli di minor rilievo. Si chiude con i fregi di contorno.
Ogni motivo va eseguito completamente prima di passare ad uno successivo come se si stesse disegnando.
Quando ricamate è possibile che il disegno non renda evidenti i contorni dello stesso, vi consiglio di tenere davanti a Voi il disegno in carta per togliervi ogni dubbio.
A ricamo finito ritegliate, lavate a 40° senza centrifugare, stendete all’ombra e quando sarà asciutto ripassate ancora l’intaglio per renderlo il più nitido possibile.
Stirate sul rovescio dopo aver ben inumidito, ripassate velocemente sul dritto e quando il tessuto sarà perfettamente asciutto date un’ultima stirata con un po’ di appretto spray.

Ricamo di Virginia Favaro

Copritavolo in tessuto operato di misto lino-cotone con orlo di cm. 6 rifinito a p.to a giorno.

Dim. cm. 160 x 240 con caduta di cm. 25.
Non sono previsti i tovaglioli

 
Ideazione: Marinella
Tessuto:  m. 3,30 in H 270      Fiandra misto lino-cotone in fantasia rosa su fondo color corda dellaTessitura Perticara Via A. Vespucci 36 Bivio Nepezzano 64100 Teramo tel. 086 1558281
Filati : per la confezione degli angoli usuate filo da macchina da cucire n°50 in color corda; per il punto a giorno Ritorto fiorentino n° 12 Ancora  col. 388.

Prima del taglio lavate il tessuto a 40° perché il calo è abbondante.; escludete la centrifuga ed inserite un foglietto di acchiappacolore.
Stendete ben disteso e stirate il tessuto ancora umido.

Tagliate cm. 225 x 305  ( dalla striscia rimasta Virginia ha confezionato dei cuscini).
Sfilate a cm. 13 sui 4 lati; togliete un numero di fili sufficienti ad eseguire un orlo a giorno alto cm. 0,6

angolo visto a rovescio.  Confezionate le pieghe singole con angolo tagliato in sbieco.
tessuto e filo consigliato per il punto a giorno.
orlo a giorno e saldature dell’angolo.

Eseguite l’orlo a giorno con Ritorto fiorentino n° 12 nella tonalità corda scuro prendendo 4 fili di tessuto su tutti i lati.

caduta dell’angolo.

 

Questo tipo di tessuto è lavorato da una Tessitura Artigianale con filati di alta qualità.

Dopo il lavaggio il manufatto risulta compatto, morbido e luminoso.
Potete trovare una vastissima gamma di colori e motivi di decoro.

Ricamo di Claudia Sossai

Lenzuolini per culla con balza dritta di cm. 5 e federina a 4 volani fissati a punto a giorno a colonnine e ricamati a p.to erba.

lenzuolini per culla dim. cm. 80 x 120 con interno federina di cm.
35 x 27
ranocchi
animaletti dormienti.

Disegni visti su Rakam e rielaborati da Claudia.
Tessuto : per ciascun lenzuolino m. 1,30 piquet millerighe leggero da camiceria alto
cm. 150 della Tessitura Monti S. p. A. Maserada sul Piave (Treviso)
Filati: Filo di spagnoletto bianco n° 50 CCC per punto a giorno e confezione.
Filo moulinè Ancora nei colori verde, rosa, bluette, rosso e giallo per i ranocchi;
rosso, salmone, rosa, azzurro, verde chiaro,
giallino e nocciola per gli animaletti dormienti.
Confezione: Tagliate tenendo le righe del tessuto nel verso della lunghezza.
Per il lenzuolino tagliate cm. 85 in larghezza e utilizzate tutta la lunghezza. Eseguite delle piccole cuciture a macchina sui due lati e sul fondo.
Sfilate l’orlo superiore a cm. 11 togliendo 20 fili da la to a lato; ripiegate un cm. e ribattete la piega singola sulla sfilatura. Imbastite.
Eseguite l’orlo a giorno a colonnette prendendo due righine di tessuto. ( Contare i fili è praticamente impossibile ,annodando due righine di piquet si ottiene un punto omogeneo e di giusta consistenza).
Disegnate i motivi al centro della balza tenendovi a cm. 6 dal punto a giorno.
Ricamate tutti i ranocchietti con un piccolissimo punto erba, per riempire gli spazi dei vestitini usate file di punto erba accostate.
Gli occhi e i petali delle ninfee sono a p.to pieno.

particolare dei ranocchi e delle ninfe

Il lenzuolino con gli animaletti è ricamato a p.to erba e i pois a p.to pieno.

particolare degli animaletti dormienti.

Per la federina con 4 volani e chiusura all’americana tagliate:
per la parte superiore   cm. 58 x 49  tenendo le righe in vericale.
per la parte inferiore    cm. 37x 29
per la chiusura all’americana  cm. 15 x 28.
Sfilate la parte superiore a cm. 11 sui quattro lati, ribattete la piega singola sulla sfilatura confezionando gli angoli sbieghi. Togliete 20 fili sulla larghezza 2 15 fili sui due lati della lunghezza.
Eseguite il p.to a giorno solo dalla parte del volan.
Disegnate la federina e ricamatela.
Sulla rimessa della chiusura ribattete un cm. sul rovescio ed imbastite su tre lati dell’interno della federina.
Chiudete il punto a giorno a colonnette sul perimetro della rimessa della chiusura.
Sul tessuto della parte inferiore ripiegate un cm. su due lati lunghi e su uno corto e fate un pieghina da cm, 1,5 sulla parte che rimarrà aperta.
Cucite a macchina la piega dell’apertura, eseguite un piccolo zig zag sugli altri lati.
Imbastite  e chiudete il punto a giorno ripassando anche la parte già fatta sulla rimessa della chiusura.
Lavate e stirate ancora umido.

Ricamo di Gabriella Grandi

Lavette

Lavette in lino con sfilatura annodata e cifretta. Dim. cm. 26 x 45.

Ideazione e disegno di Gabriella.
Tessuto: cm. 30 x 55 di lino leggero bianco.
Filati: Filo di spagnoletto n° 50 per i p.ti a giorno.
Filo da Ricamo n° 25 bianco Ancora per il p.to annodato.
Filo moulinè bianco e rosa pallido usato a due capi.
Confezione: Tagliare il tessuto di cm. 30×55
Togliere il primo filo sul bordo inferiore a cm 7.
Sul bordo superiore a cm. 4.
Sui due lati a cm. 3.
Sul bordo inferiore sfilare ancora un filo, lasciarne 4, sfilarne 20, lasciarne 4, sfilarne 20, lasciarne 4, sfilarne 20, lasciarne 4 e sfilarne 2.
Chiudere ed imbastire in doppio le pieghine laterali fissando con un sottopunto la parte eccedente le sfilature.
Ribattere in doppio l’orlo superiore ed imbastire.
Ripiegare un cm. sulla balza inferiore e ribattere la piega singola da cm. 3. Imbastire.
Eseguire un piccolo p.to a giorno di sola andata sui due lati e sul bordo superiore prendendo 5 fili di tessuto.
Sulla balza inferiore eseguite le 4 righe di p.to quadro prendendo 4 fili. Chiudete poi  con un p.to a giorno la balza e la parte superiore della sfilatura.
Con il filo da Ricamo n° 25 annodate a fascetti di 4 le barrette formatesi tra le righe di p.to quadro.
Eseguite le saldine sul rovescio e chiudete le aperture delle pieghe con un sottopunto.

Motivo della sfilatura

Disegnate la cifretta al centro della lavette tenendovi a 3 cm. sopra la sfilatura.

cifretta

Ricamate a p.to pieno imbottito sia la  cifra che il fiorellino e il  forellino a p.to inglese.

I vostri commenti
Sponsor